FORMAZIONE CONTINUA

Indietro

I ṣaṭkarman: le ineludibili abluzioni dello yoga

Luogo: Molini di Triora IM
Data Inizio: 29.07.2019
Data Fine: 04.08.2019
Telefono: 3478706694
E-mail: info@pramiti.it

I ṣaṭkarman: le ineludibili abluzioni dello yoga

Organizzato da: Walter Thirak Ruta

Condotto da: Walter Thirak Ruta, Chandrakant Gunda (o Amandio Figueiredo)

Numero di ore riconosciute: 50

Luogo di svolgimento: Molini di Triora IM

 

I ṣaṭkarman descritti nella Gheraṇḍa-saṃhita sono dettagliati sia per tipologie – dhauti (pulizia), basti (detersione addominale), neti (disostruzione delle fosse nasali), laulikī (scuotimento), trāṭaka (fissazione
dello sguardo) e kapālabhāti (schiarimento del capo) – ma anche per sotto tipologie, ossia secondo i diversi elementi utilizzati (es.: acqua, terra, fuoco, aria, etere).
L’approfondimento teorico verte sia sul loro interesse per la pratica yoga avanzata, ma altresì sui suggerimenti dal punto di vista dell’ayurveda che consiglia “in primis lenire (Śamanam) per evitare la
sofferenza ed in seguito (Śodhanam) purificare per non fare riaffiorare il problema”.

Dal punto di vista pratico il momento della giornata più rilevante è all’alba, lontano dalla digestione, con il corpo riposato e la mente più tranquilla. Tutte le pratiche sono dimostrate e spiegate nei primi due giorni
del seminario. Per cinque giorni consecutivi, i seminaristi possono impratichirsi nella pratica delle tecniche di purificazione e nelle disposizioni interne mentali ed emotive da consolidare durante tali “intime pulizie”. Non meno rilevante è la disciplinata cura degli strumenti utilizzati e quella dell’ambiente circostante, poiché i residui delle abluzioni espulse devono essere confinate con attenzione in specifici luoghi.

Parte teorica:
-    I ṣaṭkarman secondo la Gheraṇḍa-saṃhita
-    Introduzione al concetto di lenire (Śamanam) affinché si ritrovi una salute più vigorosa. Valutare le condizioni del praticante, considerando come indispensabile il non indebolire la persona che pratica le       
     tecniche avanzate di yoga.
-    Contestualizzare l’importanza conferita al purificare (Śodhanam) secondo la tradizione yoga.
-    I presupposti che ogni praticante deve conoscere ed acquisire per poter accedere alle pratiche avanzate dello yoga.
-    Evidenziare la differenza sostanziale tra pratiche scomode (sacrificio, rinuncia, austerità e ascesi) che potenziano le forze psicofisiche dell’essere umano da quelle, come la mortificazione e la penitenza, che
     decurtano i costituenti fisici e psichici dell’essere umano. Tavola rotonda con i tre relatori e i partecipanti.
-    Criticità delle purificazioni dello yoga di fronte alle attuali conoscenze mediche.
-    Brevi cenni sul concetto del corpo fisico (sthūla śarīra), della mente (sūkṣma śarīra) e del Sé (kāraṇa śarīra).

Parte pratica:
-    Promuovere le condizioni psicofisiologiche di base per poter integrare i ṣaṭkarman nella propria disciplina yoga.
-    Pratica completa di hatha yoga effettuata due volte al giorno per un totale di 8 ore. 
-    Alimentazione appropriata (digeribile e nutriente) servita due volte al giorno.
-    Rintracciare i punti di contatto tra i ṣaṭkarman e le altre pratiche di yoga come le āsana, il prāṇāyāma, le mudra e la meditazione.

Luogo di svolgimento:
San Giovanni dei Prati (1.240 s.l.m.) Molini di Triora (IM)
Data/e:
29 luglio al 4 agosto
Numero di ore previste: 50
Margine di assenze consentite:
20 % assenza consentita su preavviso
Quota:
250 euro per gli insegnamenti pratici e teorici; 200 euro per vitto e alloggio.

Relatori:

Walter Thirak Ruta esperto di yoga e di ṣaṭkarman appresi direttamente da Sri Sri Sri Satchidanada Yogi. Socio YANI dal 2002
Chandrakant Gunda esperto di yoga e direttore didattico della Chaitanya School of yoga di Hyderabhad. È stato studente diretto di Sri Ramananda Yogi e di Dhirendra Brahacharin
Amandio Figueiredo, esperto di ayurveda e di ṣaṭkarman appresi da Sri Sri Sri Satchidanada Yogi. È stato Presidente della Federação Portuguesa de Yoga e della Associação Portuguesa deAyurveda. Ha pubblicato due libri introduttivi all’Ayurveda ed è abilitato in fitoterapia e naturopatia non convenzionale.