Formazione Continua

Formazione Continua - Corsi

Corsi

Lettura e commento di Śivasūtra (Gli aforismi di Śiva) con pratica yoga ispirata al testo

Dal 28/01/2023 al 20/05/2023

  • Organizzato da

    Gioia Lussana

  • Condotto da

    Gioia Lussana e Raffaele Torella

  • Numero di Ore Riconosciute

    18

Alle radici del pensiero e della pratica spirituale dello Śivaismo non-duale troviamo un corpus di testi rivelati (tantra), molti dei quali sono da considerarsi perduti, tra cui il Virāvalī-tantra, il Gama-tantra, il Triśirobhairava, il Devyāyāmala, il Trikahṛdaya, solo per citarne alcuni. Di essi rimane solo il nome o tutt’al più citazioni nella letteratura Śaiva. A queste sacre scritture si affianca una serie di opere umane che fanno tesoro dei loro eterocliti insegnamenti e si propongono di organizzarli in percorsi più o meno coerenti. Alla radice di questa letteratura esegetica post-scritturale - alla quale contribuiranno alcuni dei nomi più illustri del pensiero indiano quali Utpaladeva e Abhinavagupta - troviamo un testo metà umano e metà divino: gli Śivasūtra “Aforismi di Śiva”.
Da questi sūtra - la maggior parte dei quali sono di una scintillante oscurità - potremmo ricavare poco più che incontrollati squarci intuitivi, se non fosse per i due straordinari commenti che ci sono stati tramandati. 
Il primo, quello di Bhāskara, viene dalla scuola stessa in cui sono nati gli Śivasūtra e gli è di poco successivo. Circa un secolo dopo uno dei grandi maestri del Non-dualismo, Kṣemarāja, discepolo diretto di Abhinavagupta, li farà ulteriormente lievitare alla luce culturale e spirituale del nuovo Trika. E’ in questo affascinante labirinto che propongo di addentrarci.


Il corso è strutturato in 5 incontri di sabato mattina (ore 10-12 teoria / ore 12,30-14,00 pratica yoga).
 Il programma prevede lo studio e la trasposizione nell’esperienza yoga dei temi filosofici che emergono via via dal testo di ispirazione non duale preso in esame, che rappresenta uno dei testi radice dello śivaismo del Kaśmīr medievale.

INFORMAZIONI SUL TESTO:
Gli Aforismi di Śiva (IX sec.) sono una delle opere basilari dello śivaismo del Kaśmīr o Trika (‘Triade’). 
Gli insegnamenti di queste scuole, che rientrano nell’ambito più ampio del fenomeno tantrico hindu, rappresentano uno dei momenti più alti raggiunti dalla speculazione e dalla spiritualità indiana di ogni tempo. Autore degli Śivasūtra, ‘Aforismi di Śiva’, che qui vengono presentati insieme con il commento di Kṣemarāja (X-XI sec.), è considerato il dio Śiva in persona. Il saggio Vasugupta ne sarebbe solo l’interprete e il divulgatore, dopo averli ‘trovati’, dietro ispirazione divina, incisi su una roccia del monte Mahadeva, che ancor’oggi si mostra al visitatore. Gli enigmatici aforismi vengono spiegati da Kṣemarāja, il più illustre allievo del grande Abhinavagupta, alla luce della più matura esperienza spirituale e speculazione filosofica del tantrismo śivaita.

Date

  • 28 gennaio 2023
  • 25 febbraio
  • 25 marzo
  • 22 aprile
  • 20 maggio 

Margine di assenze consentite
Due incontri su cinque potranno essere seguiti in differita anziché online

Luogo
Online su piattaforma dedicata Google Meet

Costo
160,00 € (+ 10,00 € di tessera)

Raffaele Torella
Ordinario di Lingua e Letteratura Sanscrita all’Università Sapienza di Roma dove ha a lungo insegnato anche Religioni e Filosofie dell'India e Indologia (ora professore onorario). Presidente dell’Associazione Italiana di Studi Sanscriti, già Presidente della Consulta Universitaria per gli Studi sull’Asia e sull’Africa. Temi prediletti delle sue ricerche sono il tantrismo hindu, la speculazione filosofico-linguistica e la tradizione manoscritta. Sua è la prima edizione critica e traduzione inglese del testo filosofico più importante del tantrismo hindu, Le Stanze del Riconoscimento del Signore di Utpaladeva, Delhi, 2002 (IV ed. 2021).
Alcune pubblicazioni recenti: - Passioni d’Oriente. Eros ed Emozioni in India e in Tibet (con G. Boccali), Torino, 2007 - Il pensiero dell’India: un’introduzione, Roma 2008 (trad. ingl. The Philosophical Traditions of India: an Appraisal, Varanasi 2011) - Gli Aforismi di Śiva con il commento di Kṣemarāja (Śivasūtravimarśinī), Milano 2013 - Passions and emotions in the Indian philosophical-religious traditions, in P. Bilimoria, A. Wenta (eds.) Emotions in Indian Tought-Systems, London 2014, pp. 57 - 96 - (con B. Bäumer) Utpaladeva, Philosopher of Recognition, Delhi 2015 - “Śaiva Nondualism”, in J. Tuske (ed.) Indian Epistemology and Metaphysics (Bloomsbury Research Handbooks in Asian Philosophy),London: Bloomsbury 2017, pp. 183-205.

Gioia Lussana
Indianista, insegnante yoga (YANI) e docente formatrice presso diverse scuole di formazione e post-formazione per insegnanti yoga in Italia. Laureata cum laude in Indologia nel 1980 con R. Gnoli e R.Torella con una tesi sullo śivaismo kaśmīro. Nel 2015 ha conseguito il dottorato di ricerca in Civiltà e Culture dell’Asia (Tutor Raffaele Torella), con una tesi sul significato dello yoga nel tantrismo hindu delle origini. Nel 2019 ha vinto il Grant della Fondazione India-Europa di Nuovi Dialoghi (FIND) con un progetto di ricerca sullo yoga del Kaśmīr. Nel biennio 2022-23 parteciperà come docente al Master in Contemplative Studies (Università di Padova/Unione buddhista italiana (U.B.I.). Ha pubblicato diversi articoli sullo yoga non duale e due monografie: - La Dea che scorre. La matrice femminile dello yoga tantrico, Om Edizioni, Bologna 2015 - Lo yoga della bellezza. Spunti per una riformulazione contemporanea dello yoga del Kaśmīr, Om Edizioni, Bologna 2021.

Area Riservata
Hai dimenticato la password?
Recupera Password
Torna al Login